Nel 2018, WordPress rappresenta in assoluto il CMS più utilizzato dai possessori e dai gestori di siti web. Si tratta di una piattaforma semplice da utilizzare, gratuita, facile da gestire da computer e riesce, specialmente nei lavori più semplici, a supportare egregiamente l’attività dei webmaster.

Tuttavia, per blogger e influencer può essere utile gestire il sito, gli articoli e i post anche quando non sono in casa: per questo è possibile utilizzare un’app apposita che permetta di gestire al meglio il sito wordpress anche in mobilità, senza tutti i problemi che la web-app pone nell’utilizzo quotidiano.

L’app migliore in questo senso, disponibile per Android, si chiama WordPress – Costruttore Siti Web e Blog, e in questo articolo, insieme alla consulenza dello staff di Genesi.it, una web agency abruzzese specializzata nella realizzazione dei siti internet, andremo a scoprire tutte le sue potenzialità.

WordPress – Costruttore Siti Web e Blog: come funziona

Link: scarica WordPress – Costruttore Siti Web e Blog

La prima cosa che dovremo fare quando si apre l’app è accedere al nostro sito web in wordpress. Se non ne abbiamo uno possiamo crearlo anche ex-novo direttamente dall’applicazione, così come potremo creare un account WordPress specifico.

Non importa che il sito sia hostato su WordPress.com (quindi che sia del tipo androiday.wordpress.com) oppure che sia self-hosted (purché ovviamente utilizzi questo CMS); l’app permette di gestire comunque entrambe le tipologie di sito. Pochi passaggi per inserire il nome utente e la password e potremo vedere tutti i siti collegati al nostro account; ne scegliamo uno da gestire, che potremo naturalmente variare in seguito, e iniziamo a lavorare.

L’interfaccia dell’applicazione è molto simile a quella di WordPress sul computer: troviamo quindi una barra, sulla sinistra, che consente di accedere alle singole sezioni, che andiamo ad analizzare.

La sezione della pubblicazione

La sezione della pubblicazione, che è la più importante e quella che utilizzeremo di più nella gestione da mobile (le altre sono più sporadiche, quindi verosimilmente si utilizzano meno, si compone dalle seguenti sezioni:

  • Pagine, che permette di vedere le singole pagine che compongono il nostro sito e di modificarle;
  • Articoli, che consente di leggere i post pubblicati, ma anche in bozza o in attesa di pubblicazione e crearne di nuovi;
  • Media, che consente di gestire i media essenzialmente importandoli dal rullino fotografico del tablet o del cellulare da cui usiamo l’app;
  • Commenti, che ci permette di gestire i commenti ai singoli articoli.

Un’altra sezione importante è quella relativa alle statistiche, che si compone invece di tre voci diverse:

  • Statistiche, che è la sezione delle statistiche vere e proprie. Da qui è possibile vedere quanti sono i visitatori, le singole visite, ma anche i giorni e gli orari più popolari, il numero di commenti, le categorie, i tag più utilizzati; possiamo visualizzare queste statistiche in diversi intervalli di tempo.
  • Attività, che permette di vedere le attività sul sito fatte da noi e anche da eventuali collaboratori, così da capire che cosa sta succedendo magari dopo qualche giorno di non utilizzo.
  • Piano, presente solo sui siti in hosting su WordPress.com che ci permette di capire quali sono le nostre risorse in relazione a quanto abbiamo pagato.

Altre sezioni presenti nell’applicazione sono Temi, in cui possiamo personalizzare l’interfaccia grafica, Persone, che permette di vedere la lista degli utenti iscritti o che possono collaborare al sito, e poi le impostazioni, molto simili a quelle che possiamo trovare nell’interfaccia web.

Le caratteristiche base di WordPress, quindi, ci sono tutte, mentre possono mancare le modifiche eventualmente create dai plugin; in ogni caso, si può vedere sempre un’anteprima del sito e delle relative modifiche, che permettono di personalizzare il tutto anche in mobilità.

Naturalmente, inutile dire che tutte le modifiche che vengono effettuate nell’applicazione si rispecchiano anche sul sito, con cui sono sincronizzate, per cui (mancanza di linea a parte) potremo gestire da computer e da mobile gli stessi contenuti, oppure iniziare a lavorare da un dispositivo per poi concludere comodamente sull’altro.

La creazione dei post e degli articoli

La creazione dei contenuti con questa applicazione è molto semplice. Entrati nella schermata relativa agli articoli o alle pagine, si può aggiungere un nuovo contenuto oppure modificarne uno esistente.

Se la modifica si basa su un tocco di uno degli articoli già presenti, la creazione si fa con un tasto rosso posto nell’angolo in basso a destra della schermata.

Da lì, proseguire è davvero semplicissimo: la prima riga, staccata dalle altre, rappresenta il titolo, mentre sotto c’è il corpo dell’articolo. Corpo che comprende la formattazione di base, i cui controlli possiamo trovare nella parte bassa dello schermo.

La schermata di scrittura è molto semplice e minimale (qualcuno direbbe “zen”), ma alla fine fa il suo lavoro, specialmente sugli schermi più piccoli: ripulire l’interfaccia da opzioni inutili permettendo al creatore di contenuti di concentrarsi solo ed esclusivamente sul testo che sta inserendo senza nessun tipo di distrazione.

Quando scriviamo, possiamo anche aggiungere i contenuti multimediali già caricati su WordPress oppure che abbiamo salvato nel rullino fotografico, che diventano parte integrante dell’articolo.

Una volta terminata la fase di composizione, quindi, possiamo proseguire con la pubblicazione, prima della quale potremo scegliere i tag, la categoria, l’immagine di testa dell’articolo e, in caso di pubblicazione differita, anche la data e l’orario di pubblicazione.

Dopo la pubblicazione si può vedere il contenuto direttamente su WordPress, quindi in caso di criticità modificarlo per effettuare le dovute correzioni.

Da notare che, nonostante la semplicità, il supporto tecnico dell’applicazione è ottimo ed è, soprattutto, molto veloce nelle richieste, specialmente quando si creano errori tra la gestione dell’applicazione e il proprio sito.

Infine, un piccolo appunto per i commenti: quando arrivano, li vedremo sotto forma di notifiche, quindi potremo rispondere immediatamente dall’applicazione.

Conclusione

Nel complesso, WordPress – Costruttore Siti Web e Blog è una delle migliori app per gestire WordPress che possiamo trovare su Android, se non addirittura la migliore.

Le funzioni in realtà sono limitate rispetto alla versione web, ma la mancanza di alternative valide per mobile, il fatto che gli sviluppatori seguano costantemente gli aggiornamenti della piattaforma WordPress e il fatto che si mettano a disposizione tutte le funzioni più utili per la gestione di un sito la rende un’app immancabile per tutti i webmaster che abbiano la necessità di gestire i contenuti in mobilità.

Certo, ci sono delle criticità come una personalizzazione inferiore rispetto a quella che troviamo sul computer (ad esempio, il mancato supporto ai widget), ma provandola per diversi giorni, anche per scrivere articoli piuttosto lunghi, scopriamo come le funzioni più importanti ci sono, e fanno il loro lavoro egregiamente: scrivere un articolo è semplice e immediato, senza troppi passaggi intermedi, le immagini e la formattazione sono semplici da gestire e personalizzare, vengono riconosciuti i contenuti multimediali (come i video YouTube) e la pubblicazione è molto veloce.

C’è da dire che, nel caso in cui abbiamo bisogno di funzioni più avanzate, c’è un tasto (in basso nella colonna principale dell’applicazione) che consente, in ogni momento, di essere spostati nel pannello di controllo tradizionale di WordPress con Google Chrome; certo, non sarà facile da usare come l’app (specialmente da smartphone) ma in caso di funzioni mancanti queste si possono avere rapidamente a disposizione.

Nel complesso si tratta di un’app spiccatamente votata alla mobilità, alla semplicità e alla rapidità nello svolgere le sue funzioni, pensata per chi deve usare WordPress quando non si trova in ufficio: presa in questo senso, e non nel senso di “app che fa gestire il sito totalmente” come sarebbe possibile invece dal computer, è l’app migliore che si possa cercare, per i dispositivi Android.