Vivo 3D Sensing Technology: la nuova tecnologia per mappare oggetti distanti

Vivo 3D Sensing Technology è un’innovativa tecnologia che è stata presentata al Mobile World Congress a Shanghai. Si tratta di un’innovazione davvero importante, che permette di mappare tridimensionalmente oggetti distanti, coprendo una distanza fino a 3 metri.
Vivo

Questa funzione sfrutta la tecnica Time of Flight, attraverso la quale riesce a ricostruire un’immagine in tre dimensioni. Da questo punto di vista Vivo sembrerebbe essere in diretta concorrenza con Apple.

Infatti già dell’uso di questa tecnologia se n’è parlato per una possibile integrazione negli iPhone. Dal canto proprio Vivo spiega che la tecnica utilizzata per i suoi dispositivi impiega 300 mila sensori, che corrisponderebbero a 10 volte in più rispetto a quelli usati dall’azienda di Cupertino per i suoi prodotti tecnologici.

E su questa tecnologia Vivo ha diversi progetti, perché penserebbe di integrarla in un futuro smartphone che dovrebbe rivelarsi dalle caratteristiche piuttosto performanti.

In particolare la tecnologia Vivo 3D Sensing Technology sfrutta un sensore che emette pulsazioni luminose per misurare il tempo che la luce impiega a rimbalzare su un oggetto per poi ritornare indietro verso il sensore.

I campi di applicazione sono molti, perché questa tecnologia permette di usufruire del riconoscimento facciale, della fotografia 3D e della realtà aumentata.

Il produttore vuole fare le cose davvero in grande, perché, come hanno avuto occasione di dichiarare anche i vertici dell’azienda, non si tratterebbe di un prototipo, perché la nuova tecnologia sarebbe stata già testata e presto verrà utilizzata.

Il vicepresidente di Vivo ha affermato che la diffusione di questa tecnologia 3D potrebbe aprire nuove opportunità soprattutto per quanto riguarda il settore che si occupa dell’intrattenimento.