mercoledì 27 Ottobre 2021
HomeApprofondimentiHotSpot WindTre: Come attivarlo e quanto costa

HotSpot WindTre: Come attivarlo e quanto costa

hotspot

La funzione hotspot, presente sulla maggior parte degli smartphone e tablet, permette di convertire il proprio dispositivo in una sorta di modem, così da facilitare l’accesso a internet anche a chi non ha un piano di traffico dati attivo, un po’ come se si connettesse ad un comune wi-fi. 

HotSpot WindTre: Si paga? Quanto costa?  

Così come tutte le compagnie di telefonia mobile, anche WindTre include gratuitamente la funzione correlata all’hotspot nei suoi piani tariffari.

Questo significa che non è previsto alcun costo aggiuntivo, nel momento in cui si decide di attivare l’hotspot per far connettere un altro dispositivo, grazie al proprio pacchetto dati.

Va da sè che tale funzione per poter funzionare correttamente, deve essere messa a disposizione, tramite un dispositivo nel quale sia incorporata una SIM, che sia esso uno smartphone o un tablet.

Su di essa è quindi imprescindibile che sia attivo non solo un piano tariffario, che deve comprendere l’accesso ad internet, ma è necessario che il quantitativo di Giga sia sufficiente.

A questa pagina puoi vedere le migliori offerte di WindTre con in Giga Illimitati.

Dunque l’hotspot in sè non si paga, ma il piano tariffario sì. Il costo può variare a seconda dell’offerta che si decide di attivare.

Questa va selezionata a seconda della quantità di dati che si pensa verrà impiegata durante il periodo di validità del piano tariffario, che generalmente copre quattro settimane, ossia 28 giorni.

Come si attiva l’hotspot con Android? 

Ecco i passaggi necessari per attivare l’hotspot tramite un telefono su cui è installato un sistema operativo Android

  • Apri il pannello delle Impostazioni, generalmente rappresentato con l’icona di un ingranaggio; 
  • Seleziona il menù Wireless e reti, nel quale trovi una voce chiamata Tethering e hotspot portatile, oppure semplicemente Hotspot
  • Qui puoi scegliere prima di tutto la voce Configura hotspot, che una volta selezionata permette di impostare il nome della rete, la password e altre caratteristiche tecniche; 
  • Le altre voci che puoi trovare riguardano la condivisione dei dati tramite USB, Bluetooth oppure l’Hotspot Wi-Fi portatile, che una volta attivato permette di rilevare la connessione attraverso altri dispositivi, come se si trattasse di un modem Wi-Fi. 

Per disattivare l’hotspot, basta procedere nello stesso modo, ripetendo i passaggi, ma terminando con la disattivazione anziché l’attivazione dell’Hotspot Wi-Fi portatile. A seconda del modello di telefono i nomi dei menù cambiano, ma il procedimento no. 

A cosa serve l’hotspot? 

L’hotspot non serve soltanto a poter permettere ai propri amici di connettersi e navigare su internet, anche se non hanno un piano tariffario attivo sul proprio smartphone o tablet.

Tra i numerosi vantaggi che offre l’attivazione dell’hotspot WindTre rientra anche la possibilità di ovviare alla mancanza della copertura tramite ADSL o fibra ottica.

Questa soluzione alternativa permette di avere l’accesso a internet anche nelle zone rurali, se c’è copertura di rete, e può risultare ideale anche per chi lavora viaggiando. Ovviamente, la quantità di dati che si hanno a disposizione dipendono dal piano tariffario e, generalmente, è limitata.

Proprio per questo bisogna prestare attenzione a non utilizzare siti web i cui contenuti siano di grandi dimensioni, come i video che vengono caricati su YouTube o le serie presenti su Netflix. Altrimenti, il rischio è quello di scaricare in breve tempo tutto il pacchetto dati previsto per un mese intero. 

[toc]
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

ARTICOLI PIU LETTI

ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI