Sono stati presentati ufficialmente HONOR 9X e 9X Pro, i due smartphone attesi da tempo che sono stati oggetti di moltissime indiscrezioni nelle settimane che hanno preceduto l’ufficializzazione. Le caratteristiche dei due device sono fondamentalmente le stesse e i due prodotti differiscono soltanto per quanto riguarda la fotocamera posteriore.

HONOR 9X

Entrambi sono dotati di un processore Kirin 810 e, come tratto che li contraddistingue, bisogna ricordare il fatto che non c’è il notch situato sullo schermo. Non c’è nemmeno il lettore di impronte situato sul display, perché, come ha spiegato chiaramente la casa di produzione, l’intenzione è stata diversa: si è optato per un alloggiamento sotto al tasto di accensione.

Sia HONOR 9X che HONOR 9X Pro possiedono uno schermo Full HD+ da 6,59 pollici da 1080 x 2340 pixel di risoluzione. I tagli di memoria sono differenti, a seconda del dispositivo che prendiamo come punto di riferimento. Per entrare nei dettagli, HONOR 9X è disponibile nei tagli da 4 e 64 GB, 6 e 64 GB e 6 e 128 GB. HONOR 9X Pro, invece, è possibile acquistarlo nei modelli da 8 e 128 GB, 8 e 256 GB, con storage espandibile fino a 512 GB attraverso specifiche micro SD.

Entrambi hanno una fotocamera frontale da 16 MP. HONOR 9X ha una doppia fotocamera posteriore con sensori rispettivamente da 48 e 2 MP. La versione Pro, invece, è dotata di una tripla fotocamera posteriore. Il primo sensore, quello principale, è da 48 MP, il secondario da 2 MP e in più c’è un sensore ultragrandangolare da 8 MP.

La versione base disponibile a partire dal 30 luglio da 182 euro a 246 euro. Il modello Pro dal 9 agosto ai prezzi di 286 euro e 312 euro.