Google ha deciso di sospendere la collaborazione con Huawei in seguito al blocco che il presidente americano Trump ha rivolto nei confronti dei dispositivi del produttore cinese. In particolare gli utenti si sono dichiarati allarmati dal fatto che la fine della collaborazione tra Google e Huawei ha riguardato il settore del trasferimento dei prodotti hardware e software.

Huawei

Se da un lato Huawei potrà continuare ad utilizzare sui propri dispositivi il sistema operativo Android, è molto probabile, dall’altro, che perderà l’accesso agli aggiornamenti. I nuovi smartphone molto probabilmente non potranno accedere al Play Store e alle varie applicazioni sviluppate da Google.

C’è molto fermento intorno alla questione, anche perché il colosso di Mountain View starebbe in queste ore discutendo su come gestire la questione anche dal punto di vista legale. Anche l’azienda cinese, il produttore di Huawei, ha messo in moto il suo comparto legale, anche per avere un quadro più chiaro sulle conseguenze che il blocco del presidente statunitense potrebbe avere.

Da parte propria, Google si è attivata pubblicando un comunicato ufficiale, per rassicurare tutti gli utenti che negli Stati Uniti hanno scelto di acquistare uno smartphone Huawei. Google ha spiegato che si sta adeguando alle restrizioni imposte dal governo e che sta analizzando le varie implicazioni che tutto ciò potrebbe avere.

Inoltre ha fatto sapere che i dispositivi Huawei esistenti potranno continuare a beneficiare della protezione garantita da Google Play Protect. Resta ancora aperta la questione degli aggiornamenti e della certificazione per il Play Store. Non ci resta che stare a vedere l’evolversi della situazione.