In questi ultimi tempi l’app FaceApp ha riscosso un grande successo su Facebook. Molti utenti del popolare social network l’hanno utilizzata per modificare le loro foto e scoprirsi con i tratti più invecchiati. Comunque FaceApp sta facendo molto discutere soprattutto per quanto riguarda i rischi legati alla privacy di coloro che la utilizzano.

FaceApp foto

D’altronde l’utente viene avvertito nel momento stesso in cui installa l’applicazione, perché FaceApp può utilizzare le foto associandole al nome reale degli utenti che utilizzano l’applicazione per apportare le modifiche alle immagini.

Ma c’è ancora un rischio più evidente legato a quella che è stata scoperta come una versione fake dell’applicazione stessa. Alcuni ricercatori hanno individuato una versione fake di FaceApp che sarebbe responsabile di infezioni con moduli adware dei dispositivi su cui viene installata.

Ecco quindi che FaceApp continua a far discutere di sé. Anche questa versione fake sta scatenando parecchie polemiche. È stato scoperto che installando il modello fake dell’applicazione immediatamente dopo sul device viene simulato un guasto, per poi procedere alla rimozione dell’installazione.

Sul dispositivo però resterebbe installato un modulo molto fastidioso, che continua a mostrare ripetutamente annunci pubblicitari. È il cosiddetto modulo che viene chiamato MobiDash. Le segnalazioni su di esso stanno aumentando sempre di più. Sono state riscontrate più di 500 segnalazioni negli ultimi giorni.

Ecco perché gli esperti raccomandano agli utenti di Facebook di verificare sempre le condizioni di sicurezza delle applicazioni che scaricano e che decidono di installare sul loro dispositivo mobile. Questo anche per evitare di apportare danni molto pericolosi.