Sembra davvero che sia passato poco tempo, ma in realtà sono trascorsi già 10 anni dal momento in cui è stata resa disponibile la prima versione di sempre di Android. Il sistema operativo del robottino verde ha fatto davvero tantissimi passi in avanti dal rilascio della prima edizione dell’OS e dal momento in cui è stato lanciato il primo Android Market, che in seguito sarebbe diventato il Play Store di Google.

Android Google

Ne ha fatta di strada il piccolo robot verde di Mountain View, che nel corso degli anni ha attraversato tantissimi cambiamenti, fino all’ultima versione attualmente disponibile. Ne sono successe di cose da Android Cupcake, la versione 1.5, ad Android Pie, la versione 9.

Proprio con Cupcake sono arrivate delle novità interessanti, come la tastiera virtuale e l’opportunità di procedere con delle personalizzazioni. Successivamente è arrivato Donut, con la possibilità di effettuare delle ricerche attraverso l’apposita casella, per quanto riguarda le ricerche su internet e all’interno dello stesso smartphone.

La versione 2 di Android, Eclair, ha introdotto Google Maps e alcuni altri strumenti utili, come lo speech-to-text. Le cose sono andate avanti con Froyo e Gingerbread, che ha permesso di usufruire di nuove opportunità di utilizzo per quanto riguarda la batteria.

E poi ancora Ice Cream Sandwich, l’edizione 4 di Android, che ha introdotto numerose modifiche all’interfaccia grafica. Dopo è stata la volta di Jelly Bean, con Google Now e tanti miglioramenti per quanto riguarda la stabilità del sistema. Come non ricordare poi Lollipop e Marshmallow? In queste versioni abbiamo potuto assistere alla comparsa, ad esempio, di Google Assistant.

In tempi più recenti sono arrivati Android 7.0 Nougat e Android 8.0 Oreo, con le risposte rapide, le gesture e tante altre novità. Una storia densa di cambiamenti, che attualmente culmina in Android 9 Pie, ancora non presente in tutti gli smartphone, ma sicuramente molto promettente.