YotaPhone: uno smartphone, due display

Il CES del 2013 (Consumer Electronics Show), svoltosi a Las Vegas nei giorni scorsi, ha reso pubblici tantissimi nuovi dispositivi, tra i quali lo YotaPhone, che si è sicuramente aggiudicato il premio per il dispositivo più curioso. Prodotto dall’azienda Russa di telecomunicazion Yota, proveniente dalla Russia, lo YotaPhone ha l’aspetto di un comunissimo candybar disposto di Android 4.2 Jelly Bean come sistema operativo e di un display da 4.3 pollici. La particolarità dello smartphone è che dispone anche di un secondo schermo touchscreen e-Ink sul retro.

Il secondo schermo darà la possibilità ai consumatori di visualizzare il calendario, Google Maps, le notifiche dai social network, le foto e i messaggi. La visualizzazione dell’interfaccia grafica sarà possibile sia a colori che in bianco e nero, comportando così un netto risparmio della batteria. Lo schermo ha quindi la funzione di mantenere lo smartphone comunque attivo anche quando la batteria è quasi esaurita, evitando di utilizzare la schermata principale che azzererebbe la batteria in pochi minuti.

Immagine fronte/retro dello YotaPhone

Da sottolineare che la presentazione di questo smartphone non è avvenuta ufficialmente al CES, poichè Yota ha preferito non essere presente all’evento come molti altri produttori. La presentazione è avvenuta in città, sfruttando la concentrazione di oltre 150.000 persone accorse proprio per assistere alla manifestazione.
Lo YotaPhone dovrebbe essere lanciato in Russia entro la fine dell’anno, per arrivare in tutto il mondo nell’anno seguente. Trovate la nostra recensione a questo indirizzo.

Leave a Reply