Recensione Zopo Speed 7

Il mercato della telefonia cinese è molto in fermento in questi anni, e spesso vengono messi a disposizione telefoni di ottima qualità ad un prezzo davvero interessante. In questo articolo vi parliamo di Zopo Speed 7, un dispositivo che sarà possibile acquistare nel nostro paese dal 31 agosto, quindi a brevissimo, ma che noi abbiamo avuto modo di provare in anteprima per riuscire a fornire una nostra opinione sul telefono.

Lo Zopo Speed 7 si posiziona nel mercato degli smartphone Android dual-sim di media fascia con un costo di 199 euro, un costo del tutto sostenibile per un dispositivo del genere. Come anticipazione, possiamo dire che il rapporto qualità/prezzo del dispositivo è veramente ottimo, e anche se rispetto ai top-gamma ha ovviamente delle caratteristiche inferiori chi lo acquista avrà comunque in mano un ottimo dispositivo.

ZOPO-Speed-7-Smartphone

Qualità e materiali
Iniziamo dai materiali e dalla qualità di costruzione: siamo nella media. Il retro è costituito in plastica, e anche se la stessa è di buona qualità non ha nulla a che vedere con l’alluminio che ricopre la parte posteriore dei dispositivi più costosi; questo però lascia la possibilità di poter cambiare la batteria in modo semplice, al bisogno. La plastica che ricopre la parte posteriore è piuttosto sottile e anche se questo è stato fatto probabilmente per rendere sottile, direttamente, tutto il telefono la conseguenza è che risulta un po’ fragile, specialmente quando andiamo a rimuovere la batteria.

La parte anteriore di un telefono che ha un display piuttosto grande, 5 pollici in diagonale, è anch’essa di materiale comune, normalissimo vetro che impone a chi lo acquista di prendere immediatamente anche una custodia e, soprattutto, di fare molta attenzione nel maneggiamento; non abbiamo provato, ma supponiamo che basti una caduta e… addio schermo. Niente Gorilla Glass o simili, comunque, per cui un prodotto da maneggiare con molta attenzione.

 

Schermo e Fotocamera
Sempre parlando di schermo, ma guardandolo acceso, si nota la grande qualità dell’immagine dovuta allo schermo Full HD, e il display è molto luminoso e ben visibile; anche l’angolo di visione è buono, sia che guardiamo in obliquo, utile quando magari non dobbiamo far vedere che stiamo usando il telefono (a scuola…), sia che ci siano i riflessi, come quando siamo sotto la luce solare diretta e i riflessi sarebbero molto fastidiosi.

Ci sono come ormai dappertutto due fotocamere, con quella posteriore che è da 13,2 Mpixel, di ottima qualità se non fosse per il drastico calo nelle foto notturne, ma che riconosce e quindi mette a fuoco perfettamente le facce, ed una anteriore da 5 Mpixel, ottima per scattarsi i selfie. Caratteristica da non sottovalutare, visto che questa tipologia di foto è sempre più utilizzata dagli utenti. Anche in questo caso vale il riconoscimento facciale, che è utile specialmente se scattiamo con la mano e questa tende a “tremolare” un po’ per premere il tasto con il braccio allungato.

Per quanto riguarda lo schermo, l’unica cosa che abbiamo notato è una reattività non eccezionale mentre riguardiamo le fotografie; a volte il pinch non viene riconosciuto e viene preso come tocco singolo, che causa lo spostamento della foto; non si capisce bene il perché di questo problema, forse è software, visto che app come Facebook, Twitter o Instagram funzionano senza problemi.

Caratteristiche tecniche
Ma veniamo al punto più interessante per chi punta ad avere un dispositivo potente: nonostante il basso costo, non mancano 3 GB di Ram ed un processore OctaCore a 64 Bit, oltre che al sistema operativo Android 5.1 ed un launcher semplice ma efficiente prodotto da Zopo.

Al di là dei rallentamenti nella visione delle foto di cui abbiamo parlato prima, non abbiamo notato problematiche particolari in questo senso durante l’utilizzo delle app normali e nemmeno dei giochi; in questi ultimi, qualche rallentamento iniziale dovuto al caricamento, ma poi tutto procede liscio, anche in un gioco 3D come Temple Run 2 dove il tempismo è ovviamente importantissimo.

Ci sarebbe poi da discutere sull’effettiva utilità di un processore a 64 bit in questo momento, visto che la maggior parte delle app presenti sul Play Store al momento non sono ottimizzate, ma sebbene non si possano apprezzare subito i vantaggi di questa tecnologia siamo sicuri che nei prossimi mesi inizieranno ad apparirne, e sarà quindi un guadagno per chi lo ha acquistato. Sempre che Zopo scelga di aggiornare il dispositivo ad Android 6, informazione che al momento non abbiamo.

Lo storage interno è di 16 GB, di cui 3 occupati dal sistema operativo ed espandibili tramite scheda MicroSD fino a 64 GB: non male.

zopo_speed_7_plus

Batteria
Vale la pena di dire due parole anche su quest’ultimo punto: Zopo si è impegnata molto sul risparmio energetico, e questo significa che la batteria ha una durata proporzionalmente più alta rispetto a quella di altri dispositivi Android. Tra notifiche, giochi, whatsapp e simili, con un utilizzo medio, riesce a durare tranquillamente un giorno e mezzo. Dimentichiamo insomma l’isteria degli utenti iPhone che se ne vanno in giro con il caricabatterie a cercare una presa elettrica per tutto il giorno: qui a fine giornata si arriva tranquillamente, non in quanto la batteria è da 2500 mAh, e nonostante il dispositivo si possa connettere alla linea LTE 4G.

Conclusione
Zopo Speed 7 è quindi, come telefono di fascia media, un ottimo dispositivo in rapporto al prezzo a cui viene venduto. Ha i suoi difetti, non è un top gamma, ma allo stesso tempo è un buon prodotto per il prezzo che costa, e se partiamo dal presupposto che chi cerca un dispositivo del genere, oltretutto poco conosciuto, non vuole l’eccellenza (ovviamente) ma un prodotto che si utilizzi bene e che non sia un pacco, bene, possiamo dire che Zopo Speed 7 non lo è, anzi è uno dei migliori smartphone di fascia media che abbiamo avuto modo di provare. Con i suoi piccoli difetti, ovviamente.