Recensione Samsung Galaxy Y



Ecco un giusto compromesso per chi sta cercando un prodotto dalla qualità garantita, come tutti i dispositivi targati Samsung, senza però dover spendere cifre da capogiro. A racchiudere queste caratteristiche è proprio il Samsung Galaxy Y, uno degli smartphone della casa asiatica che si distingue per un design davvero mini (ha un peso di poco inferiore ai 98 grammi ed una lunghezza di soli 10 centimetri) associato ad una ricca dotazione tecnica. Ma andiamo ad analizzare in concreto questo telefono.

 

Hardware

La fotocamera posteriore è da 2 Mpx con Autofocus e zoom digitale 2x, possibilità di girare video con una risoluzione massima di 320 x 240 ed una velocità di 15 fotogrammi al secondo. La qualità degli scatti è sicuramente sufficiente in ambienti chiusi ben illuminati, o all’esterno nelle ore diurne, ma non in grado di sostituire una comune macchina digitale, dato che questo cellulare è sprovvisto di flash; pertanto al buio si avranno risultati scadenti e con molto rumore fotografico.
Lo schermo full touch capacitivo TFT è da 3 pollici ad una risoluzione di 240×320 pixel, sicuramente adatti alla grandezza del display. Tastiera virtuale querty SWYPE per scrivere velocemente senza mai staccare le dita dallo schermo, il nuovissimo Bluetooth 3.0, radio FM, GPS, ingresso USB per trasferimenti rapidi di dati da smartphone a pc e Wi- Fi con tecnologia b/g/n per collegarsi ad Internet gratuitamente sfruttando gli hot spot free in costante aumento, sono solo alcune delle fondamentali caratteristiche di questo smartphone dalle linee tradizionali, piccolo fuori ma grande dentro.
A potenziarlo ulteriormente il processore interno da 883 MHz con 256MB sia di Ram che per l’archiviazione dei dati, anche se quest’ultima è espandibile fino a 32 Gb (all’interno della confezione di vendita è presente una micro SD con adattatore SD da ben 2 Gb), la tecnologia di navigazione Internet 3G e HSDPA che permette allo smartphone di navigare con una velocità massima in upload di 7.2 Kbps. La batteria  non si smentisce e con Galaxy Y si mantiene sullo standard quantitativo degli smartphone della stessa fascia garantendo oltre 350 ore di autonomia in stand-by e ben 5 ore in conversazione.

Software

Naturalmente il sistema operativo installato è Android nella versione 2.3.5 Gingerbread con interfacia TouchWiz (in versione ridotta, ossia con qualche applicazione in meno) per arricchire il proprio cellulare di utili ed entusiasmanti applicazioni, il più delle volte assolutamente gratuite, scaricabili semplicemente da Google Play on line.
Notevole anche l’attenzione dedicata dagli sviluppatori dello smartphone all’accesso rapido ai Social Network più famosi ed alla condivisione rapida di contenuti con tutti i propri contatti. E’ proprio per questo che con Samsung Galaxy Y sarà possibile geotaggare le proprie foto, caricarle con l’uploader incorporato direttamente sui propri Social Network e cliccare semplicemente su un’icona per essere immediatamente in contatto virtuale con i propri amici connessi.

Personalizzazione è una delle parole chiavi di questo cellulare. Si potrà infatti personalizzare il display iniziale spostando i widget e le applicazioni in ogni angolo dello schermo, eliminando quelle inutilizzate ed aggiungendone di nuove per rendere il desktop sempre più funzionale ed adatto alle proprie esigenze. Anche le prestazioni non deludono, il sistema operativo è sempre fluido e veloce effettuando tutte le operazioni agilmente e senza intoppi. Anche utilizzando i giochi non si segnalano rallentamenti, a patto che non siano particolarmente pesanti graficamente. L’unico disappunto è da fare per il browser in quanto saltuariamente presenta qualche rallentamento di troppo, sopratutto in fase di scrolling della pagina.

La nostra opinione

Sicuramente un ottimo prodotto, come da tradizione della casa sud-coreana, che presenta un ottimo rapporto qualità/prezzo e non delude gli utenti della fascia medio-bassa e presenta hardware anche superiore alla sua categoria. Nonostante i suoi difetti come il mancato supporto per il flash player, il led delle notifiche, ci sentiamo di dire che i pregi sono bene maggiori. Oltre a quanto descritto sopra è da apprezzare la cover esterna molto solida e dotata di una superficie antiscivolo, i tasti sotto lo schermo sono ottimamente realizzati con un’ottimo tempo di risposta. Anche la confezione è davvero completa, addirittura è fornita di serie una microSD da ben 2GB. Insomma per 150€ Samsung ha svolto davvero un ottimo lavoro.

Tagged with 
recensioni

Rispondi