Offline Maps & Navigation: uno dei migliori navigatori gratis offline degli ultimi tempi

La navigazione satellitare è molto cambiata in questi anni. Da qualche anno fa, quando dovevamo avere un dispositivo apposito per poterci orientare in tempo reale, ad oggi in cui i “navigatori satellitari classici” non esistono quasi più: ormai ci sono gli smartphone che li hanno sostituiti in tutto e per tutto.

E anche in questo ambito, le cose sono già molto cambiate: qualche anno fa c’erano esclusivamente app a pagamento, come l’app TomTom, che “trasformava” il cellulare in un navigatore, oggi invece i navigatori sono completamente gratuiti perché basati sulle mappe di società come Google (le più diffuse), Nokia o Apple. E richiedono una connessione ad internet costante.

La connessione, però, non la abbiamo sempre a disposizione: ci sono posti (montagna, stati esteri) in cui internet non prende o non possiamo accedere, e poi c’è il problema non indifferente del traffico dati e del consumo della batteria: i navigatori offline necessitano solo del GPS, quelli online del GPS e della rete dati, che porta a consumi non indifferenti.

In passato ci siamo già occupati di questo problema e abbiamo parlato di navigatori GPS gratis per Android, ma in questo articolo vogliamo fare un passo in più: parlare di un navigatore satellitare per Android gratis e disponibile offline.

Offline Maps & Navigation

Nonostante sia tra i navigatori che ottengono più successo su Google Play, è poco conosciuto, a mio avviso perché gli sviluppatori sono uno sconosciuto studio della Repubblica Ceca e non ci sono dietro i grandi nomi a cui di solito siamo abituati in questo ambito.

Tuttavia Offline Maps & Navigation, che si scarica da questa pagina di Google Play, si basa su un concetto davvero semplicissimo: le mappe sono le OpenStreetMaps, distribuite con licenza gratuita che tutti possono modificare, mentre l’app utilizza solo il GPS per la navigazione lasciando perdere le altre connessioni. Insomma, gli strumenti erano già a disposizione, e gli sviluppatori non hanno fatto altro che metterli insieme.

image

Così, appena scaricata l’app e aperta possiamo anche scaricare le mappe che ci interessano, sempre piuttosto leggere perché non c’è l’immagine del satellite, ma esaurienti. Possiamo scaricare le mappe di tutto il mondo ma anche quelle del paese/regione che ci interessa, per non appesantire ulteriormente il nostro smartphone.

Se lasciamo collegata la rete 3G, ovviamente la localizzazione verrà recuperata anche da quel segnale, oltre che dal GPS, così che appena apriremo l’app sapremo subito, sulle mappe, dove ci troviamo senza aspettare i classici tempi di collegamento (anche diversi minuti) del solo GPS. Ma i dati consumati in questo modo saranno pochissimi, perché le mappe sono già scaricate offline.

Pregi e difetti

Tra i pregi, per prima cosa quella di essere un navigatore sia offline che gratuito, che è un pregio non da poco visto che nella maggior parte dei casi una delle due condizioni esclude l’altra.

image

La navigazione prosegue agevole, l’abbiamo provata in una zona non vastissima ma comunque per una quarantina di chilometri e, pur conoscendo noi già la strada, ci ha guidato a destinazione senza alcun problema.

Alcuni utenti hanno tuttavia evidenziato una certa lentezza nell’aggiornamento delle mappe (parlo di quelle online da scaricare, quindi l’aggiornamento sui server di OpenStreetMaps, non dal server allo smartphone) specialmente quando ci sono deviazioni o nuove strade, che non vengono segnalate subito. Bisogna dire che, essendo una community Open Source, gli aggiornamenti sono molto demandati agli utenti, che possono inserirli come non inserirli (specialmente nelle aree rurali) e questo è un problema di fondo che non si può risolvere.

image

Inoltre, uno dei problemi che l’app effettivamente ha è che mancano i numeri civici; personalmente non lo vedo come un grande problema, perché basta guardare lungo la strada (se non sappiamo nemmeno più individuare un civico con gli occhi invece che con lo smartphone facciamoci qualche domanda) ma per qualcuno evidentemente rappresenta un problema.

Per il resto, di buono ci sono tantissimi POI (i Punti di Interesse, tipici dei navigatori offline) che lo rendono interessante, visto che possiamo scegliere quali farci segnalare vocalmente, se vogliamo scoprire posti particolarmente belli da visitare nelle vicinanze.

La versione premium

Se vi state chiedendo come facciano, però, gli sviluppatori a guadagnare, la risposta è la versione Premium. Versione tra l’altro dalla scarsissima utilità, che a mio avviso è più una donazione, un incentivo a continuare, perché l’app è completissima anche senza acquisto opzionale.

Questo acquisto ha un valore di venti euro e ci permette di utilizzare un’interfaccia principale con più informazioni del normale, ci permette di sapere vocalmente l’arrivo di un limite di velocità prima che raggiungiamo il punto di effettivo inizio dello stesso e, soprattutto, ci da un canale preferenziale per la chat con gli sviluppatori che risolveranno quanto prima i singoli problemi degli utenti premium. Se è in loro potere farlo.

Aggiunte chiaramente non essenziali, ma se l’app piace, visto che è comoda, possiamo supportare gli sviluppatori in questo modo, sostenendone il lavoro e le innovazioni visto che, con poco, hanno saputo creare un’app davvero utile e utilizzabile in tutto il mondo senza distinzioni.

Link: Scarica Offline Maps & Navigation

  • Gennaro

    Ho letto il vostro articolo decidendo di scaricare e installare questo navigatore ma, ho un problema: Proprio non riesco a capire come poter inserire un indirizzo.
    Ok, ho letto che non si possono inserire i numerei civici ma, vorrei scrivere la città, il nome della via e calcolare il percorso in base ai dati inseriti.

    Come si fa?

    • Androiday

      Ciao Gennaro, devi scaricare una mappa (gratuita) e attivare la localizzazione. Fatto questo andando nella barra di ricerca che trovi in alto puoi cercare la via di tuo interesse 🙂