I migliori 3 navigatori (GPS) offline per Android

I navigatori satellitari sono diventati ormai un sistema indispensabile per orientarsi quando si viaggia. Conoscere di continuo la nostra posizione senza mappe cartacee, ed essere guidati passo-passo alla scoperta di un posto che non conosciamo, nonché arrivare facilmente alla nostra destinazione, ha cambiato negli ultimi anni il nostro modo di viaggiare. Infatti noi di Androiday abbiamo gia’ dedicato ampio spazio a quelli che noi riteniamo essere le migliori app per la navigazione gps.

Se, però, qualche anno fa i navigatori erano dispositivi a sé stanti, oggi la maggior parte sono sui nostri cellulari, e sono navigatori satellitari online, come Google Maps che tutti abbiamo installato sui nostri dispositivi Android; quando però, non c’è connessione dati, bisogna necessariamente viaggiare con un navigatore GPS offline. In questo articolo vi proponiamo 3 software che abbiamo provato e testato da installare per viaggiare dove non c’è connessione.

Here WeGo: il migliore per chi si sposta in città

Link: Scarica Here WeGo

here wego

La forza di Here We Go sta nella community. Con questa frase si può riunire ciò che adesso spiegheremo meglio, ovvero il motivo per cui al momento Here è una delle migliori app di navigazione offline che possiamo mettere sul nostro dispositivo Android.

In passato era disponibile unicamente su Windows Phone, sistema operativo che aveva una certa fetta di mercato, e gli utenti erano invitati a migliorarlo come possibile; successivamente è stato reso più universale, così che anche gli utenti Android possano beneficiare di Here.

Perché su Here non si trovano solamente le mappe, ma anche tutta una serie di informazioni sui servizi, per un navigatore davvero a 360 gradi: scaricando le mappe della città si scaricano anche i tragitti degli autobus e le tratte dei treni, con il loro prezzo; le mappe sono costantemente aggiornate dalla community, per cui non bisogna aspettare modifiche “dall’alto” per poter navigare in modo corretto. Si può quindi scaricare offline la mappa di un paese (si può anche usare online, se vogliamo) e tutte le informazioni che la riguardano rimarranno salvate sul nostro dispositivo, così da usarlo come navigatore offline. Scaricare le mappe serve anche a poter “ibridare” la navigazione tra online ed offline, così da non perdere mai il segnale mentre stiamo guidando.

L’app è in italiano, molto chiara durante gli spostamenti, ed è corredata da una serie di funzioni utili: tra queste la possibilità di avere (anche offline) le alternative all’utilizzo dell’auto e la differenza dei tempi di percorrenza; si possono poi consultare alcuni punti di interesse, ad esempio i parcheggi (con indicata la relativa tariffa) e i benzinai (con indicato il tipo di carburante a disposizione).

L’app, quindi funziona bene ed è molto completa, proprio per ciò che dicevamo all’inizio, ovvero per il fatto che tutte le informazioni, tra cui i POI, che abbiamo visto, sono controllati dalla community. Che da un certo punto di vista è anche il suo cruccio, però: le zone rurali non sono coperte con le informazioni aggiuntive, e a volte le mappe sono vecchie e necessiterebbero di qualche aggiornamento.

In ogni caso, per chi viaggia in città è probabilmente la migliore app di navigazione gratuita, anche migliore di vari navigatori satellitari online.

GPS Navigazione e Mappe Sygic: per chi vuole scoprire il mondo

Link: Scarica GPS Navigazione e Mappe Sygic

sygic

 

I tipi di viaggiatori non sono tutti uguali, e anzi ci sono posizioni diametralmente opposte. C’è chi viaggia per lavoro, e deve trovare un navigatore utile per arrivare velocemente a destinazione, e chi viaggia solo quando va in vacanza, e quando lo fa vuole scoprire il mondo: GPS Navigazione e Mappe Sygic è l’app migliore da avere, in questo secondo caso.

Sygic permette di scaricare offline sia le mappe Sygic, gratuitamente, che le mappe TomTom (queste però a pagamento) che sono aggiornate più frequentemente. Scelta la zona, possiamo iniziare a navigare verso la nostra destinazione: la grafica dell’app è un po’ spartana rispetto a Here WeGo, ad esempio, ma comunque fa il suo lavoro e ci porta a destinazione; è in lingua italiana.

Per la navigazione possiamo personalizzare la grafica della schermata principale, scegliendo che cosa vogliamo che venga mostrato (a scelta tra le diverse opzioni, di cui una delle più utili è quella relativa ai limiti di velocità) e anche la grafica della mappa: per le città, ad esempio, è possibile avere gli edifici in 3D, che aiutano gli spostamenti, e per alcuni (Duomo di Milano, Colosseo) si vede anche il modello 3D, che è utile se siamo turisti.

Ma in assoluto la cosa più bella di quest’app sono i POI, Point of Interest, i Punti di Interesse. Non solo ce ne sono milioni già integrati in Sygic, ma possiamo anche aggiungerli noi. E si va da quelli normali come gli Autovelox, le farmacie e i parcheggi a quelli più assurdi come gli alberi secolari, i caseifici e le caverne. La cosa bella è che si possono scaricare da siti che li mettono a disposizione gratuitamente (come POIGPS) e inserirli collegando il cellulare al computer tramite il cavo USB. La possibilità di impostare un avvertimento acustico quando si arriva nei pressi di X metri da quel punto (ad esempio, a 10 Km da uno dei Borghi più belli d’Italia) è ottimo per navigare ma allo stesso tempo scoprire che cosa abbiamo intorno, eventualmente fermandoci per visitare.

Nel complesso è uno dei migliori sistemi di navigazione al momento disponibili per Android, è gratuito ed è offline; a pagamento possiamo avere informazioni sul traffico e le già citate mappe TomTom, che però non sono assolutamente essenziali per l’utilizzo.

MapFactor GPS: per chi viaggia “fuori strada”

Link: Scarica MapFactor GPS

map factor navigator

 

Possiamo vedere MapFactor un po’ come il contrario di Here WeGo, perché sono utili in due situazioni diametralmente opposte: quando si viaggia in città è sicuramente da preferire Here (assolutamente!), ma quando ci si sposta nelle zone rurali MapFactor GPS è assolutamente il navigatore offline migliore che possiamo trovare per Android.

La “chiave di volta” sono le OpenStreetMaps, le mappe più utilizzate (gratuite) dagli amanti del trekking e della scoperta. Grazie alle OpenStreetMaps non c’è strada che non si possa conoscere, comprese le strade sterrate, i sentieri e le mulattiere: si trova praticamente tutto, e senza alcun problema. Da segnalare che nell’app sono disponibili, a pagamento, anche le mappe TomTom, che sono utili per chi usa il navigatore come navigatore principale, ma per andare nelle zone rurali va già bene così com’è, e si può quindi sfruttare in modo completamente gratuito.

La schermata di navigazione è più semplice rispetto a quella delle altre applicazioni, compaiono a schermo meno elementi e anche le mappe stesse sono più “spartane”, per cui per chi cerca informazioni sulla guida in città le cose si fanno leggermente più dure; non ci sono i numeri civici (il che è un problema su strade molto lunghe), e in generale non si possono aggiungere i POI, se non alcuni dall’app che però sono disponibili solo a pagamento (come gli Autovelox). Questo rende più difficile utilizzare MapFactor quando si viaggia in zone molto trafficate e molto abitate, dove bisognerebbe avere informazioni in più.

Come già detto, quindi, non è l’app più indicata per chi viaggia in città ma per chi si trova spesso a dover raggiungere paesini sperduti, lontani dalle aree metropolitane e soprattutto all’estero, dove non abbiamo internet a disposizione, scaricare le mappe MapFactor permette di viaggiare senza problemi e giungere sempre a destinazione, senza limitazioni di sorta: nel complesso, un navigatore buono per chi viaggia molto in auto.

Da notare che, nonostante la descrizione del Play Store sia in inglese, il navigatore è anche in questo caso in Italiano, così come la voce che indica gli spostamenti da eseguire.