LG V30 2018 in arrivo al MWC con intelligenza artificiale

Sono in tanti ad aspettare l’arrivo del nuovo LG V30 2018, l’edizione rinnovata del precedente modello di smartphone della società di Seoul. L’azienda ha nelle sue previsioni l’intenzione di mettere a disposizione dei numerosi utenti appassionati una versione rivista del già noto LG V30, con interessanti novità, a partire da un’intelligenza artificiale veramente innovativa, che promette di rendere migliore l’esperienza utente.
LG V30

Quello dell’intelligenza artificiale sempre più sviluppata è un obiettivo che si pongono negli ultimi tempi diverse aziende di produzione, che vogliono introdurre sul mercato degli smartphone dei dispositivi sempre più intelligenti e capaci di rispondere alle esigenze degli utenti. Molti passi in avanti sono compiuti da Huawei, da Samsung e da Xiaomi, con i rispettivi prodotti.

LG V30 2018 darà la possibilità agli utenti di utilizzare i comandi vocali attraverso la funzionalità Google Assistant, per dare degli ordini al device. Possiamo così aprire con la voce la fotocamera o effettuare altre azioni per velocizzare l’utilizzo del dispositivo e semplificare l’esperienza utente.

Si tratta dell’intelligenza chiamata Voice AI, un insieme di comandi vocali che sono stati messi a punto proprio da LG e che serviranno, oltre all’avvio di alcune applicazioni, anche alla modifica delle impostazioni. Attraverso i comandi vocali si potrà ad esempio anche avviare le particolari modalità delle foto panoramiche, dei video in time-lapse, delle foto in condizioni di scarsa luminosità o della ricerca di immagini.

Ma l’intelligenza artificiale di LG si basa anche sulla Vision AI, una tecnologia realizzata in collaborazione con un’altra azienda e che permetterà di utilizzare degli algoritmi per il riconoscimento delle immagini. Sono state analizzate tantissime immagini, più di 100 milioni, e sono state realizzate delle categorie per fornire una descrizione accurata degli scatti effettuati.

Naturalmente si tratta esclusivamente di novità che riguarderanno il comparto software del dispositivo, visto che nella gran parte dei componenti l’hardware resterà uguale a quello del modello precedente.