La guerra di Microsoft contro Android

 

Non più di poche settimane fa l’amministratore delegato di Microsoft, Steve Ballmer, aveva lanciato un velenoso attacco nei confronti di Android, in occasione del Summit Web 2.0 tenutosi a fine ottobre.

Guerra di Microsoft contro Android

“Bisogna essere scienziati informatici per riuscire a usare un telefono Android” è quanto detto da Ballmer, considerando,  evidentemente, dei geni i milioni di possessori di uno smartphone con sistema operativo made in Google.
Parole che hanno lasciato perplessi anche gli addetti ai lavori, se si considera che le quote di mercato, per la vendita di smartphone, parlano di una fetta pari a circa l’1,6% per quanto riguarda quelli con sistema Windows e di circa il 40% per quelli con sistema Android.

A distanza di circa due mesi da quelle parole, in questi giorni è stato Niels Munksgaard, responsabile marketing di Nokia, a sostenere che i giovani si stanno stancando degli iPhone, giudicandoli noiosi, e dei prodotti che montano Android, a causa della sua complessità e della scarsa sicurezza. Munksgaard, quindi, sembra allinearsi all’AD di Microsoft nell’attacco contro la concorrenza, sostenendo che i giovani, per sperimentare qualcosa di nuovo, si stanno rivolgendo a Windows Phone. Parole che, come abbiamo già detto, non sembrano supportate dai dati di vendita.

Microsoft contro Android:  Considerazioni

Pur non potendo negare che a causa di alcune applicazioni, e comunque in sporadici casi, Android difetti proprio nella sicurezza, sembra proprio che Windows, direttamente o indirettamente, stia giocando questa carta per contrastare Android; l’offensiva è arrivata a un punto tale che la società fondata da Bill Gates ha indetto, tramite Twitter, un concorso che mette in palio un Windows Phone fra tutti coloro che si lamenteranno di Android.

Per la serie:  cosa non si fa per convertire un androidiano?