I 3 migliori Smartphone con Android sotto i 200 € [Luglio 2015]

Molti di noi si arrovellano per giorni sulla scelta dello smartphone giusto, alla ricerca dell’ottimale rapporto fra qualità e prezzo, uscendone spesso più confusi e indecisi sul prossimo acquisto. Dopo aver attentamente analizzato per voi le migliori scelte nella fascia da 100€, oggi vi proponiamo alcuni fra i migliori smartphone Android nella fascia di prezzo dei 200€, più performanti e con caratteristiche migliori. Nella nostra scelta abbiamo volutamente escluso device non ancora aggiornati alle ultime versioni di Android, poiché con un budget di 200€ pensiamo si possa acquistare un oggetto valido e comunque aggiornato, senza doversi accontentare di dispositivi obsoleti dal punto di vista software e hardware. Veniamo subito al dunque.

 

Motorola Moto G2 (4G)

Motorola ritorna protagonista nella nostra classifica, dopo l’eccezionale lavoro fatto con la prima versione del suo Moto G, conferma l’ottima riuscita di questo device con la seconda revisione, il Moto G2. La versione da noi consigliata è la G2 4G, rilasciato a Gennaio di quest’anno, che dispone al momento del più recente Android Lollipop 5.0.2, del quale vi abbiamo parlato non molto tempo fa. Il terminale può vantare dimensioni compatte, con uno spessore massimo di 11 mm, ed una linea molto semplice e pulita. L’amplio display da 5 pollici con risoluzione 720 x 1280 pixels e tecnologia IPS promette colori brillanti ed una elevata qualità d’immagine. Motorola ha pensato bene anche alla “sicurezza”, dotando il suo Moto G2 dall’ormai noto Gorilla Glass 3, per un’ottimale protezione da graffi e cadute. A livello hardware la potenza non manca, grazie al processore Quad Core Qualcomm Snapdragon 400 da 1.2 GHz, ed alla GPU Adreno 305.moto_g2_4g_

A disposizione dell’utente 8 GB di memoria interna con 1 GB di memoria RAM, oltre alla possibilità di espandere lo spazio di archiviazione con microSD fino a 32GB. Uno dei punti meno forti di questo Moto G2 è forse la fotocamera, 8 MP con una risoluzione massima di 3264 x 2448 pixels; dispone di autofocus e flash LED, e purtroppo può girare video fino a 720p. Frontalmente troviamo una fotocamera da 2 MP, non la classica VGA fortunatamente, che ci permetterà di fare scatti quantomeno decenti. Le immagini risultano comunque nitide e di buona qualità, in linea con la fascia di prezzo del telefono, e dopotutto non ci si può lamentare. Il G2 recupera sul fronte connettività, dove può vantare il modulo 4G LTE, oltre agli immancabili standard Bluetooth 4.0 LE, Wi-Fi b/g/n e GPS. Sul fronte batteria, Motorola ha optato per una soluzione non rimovibile dalla capacità di 2390 mAh, che garantisce la copertura della giornata senza troppi problemi, garantendo un utilizzo medio/intenso nella quasi totalità dei casi.

 

Huawei Honor 4X (4G)

La serie Honor di Huawei sta diventando sempre più un punto di riferimento, e dopotutto visti i requisiti hardware non c’è da stupirsi per la popolarità di questa serie. Il 4X è uno smartphone con schermo da 5.5”, una diagonale considerevole, tanto da farlo rientrare nella categoria dei phablet; ciononostante, lo spessore di soli 8,65 millimetri rappresenta un punto di forza, per il quale vale la pena di riconsiderare le sue dimensioni. Il display fa uso della tecnologia IPS, ed offre una risoluzione di 720 x 1280 pixels, ma è purtroppo privo di qualsiasi protezione supplementare da urti e graffi. A livello hardware l’Honor 4X sfoggia caratteristiche di tutto rispetto, partendo dal processore Octa-core da 1.2 GHz Qualcomm Snapdragon 410, affiancato da una GPU Mali-450. Lo spazio di archiviazione iniziale è di 8 GB, espandibile tramite microSD fino a 32GB, ed è disponibile un quantitativo di RAM pari a 2 GB. Ottime anche le caratteristiche della fotocamera, sia anteriore che posteriore.honor_4x_4g_

La fotocamera principale è dotata di un sensore da 13 MP con risoluzione massima di 4.208 x 3.120 pixels, autofocus e flash LED, e può registrare video fino a 1080p. Ottima anche la fotocamera anteriore, con sensore da 5 MP che permette di registrare video fino a 720p. Vista la dotazione hardware l’Honor 4X non poteva rinunciare al modulo LTE 4G, che svolge più che bene il suo compito. Lo smartphone è dotato di tecnologia Dual-SIM, per la precisione micro SIM, operanti ovviamente in contemporanea. La batteria rappresenta un punto forte per questo Huawei, sebbene non sia rimovibile. Grazie ai suoi 3000 mAh di capacità è in grado di garantire la copertura dell’intera giornata anche con utilizzo intenso, ed in alcuni casi a seconda degli usi anche di 2 giornate piene. L’unica nota negativa, che verrà superata da qui a breve, riguarda la versione di Android, ferma alla 4.4.2 KitKat. Tuttavia, Huawei ha già in programma il rilascio dell’aggiornamento ad Android Lollipop entro il mese di Agosto, per cui l’attesa sarà breve.

 

LG G2 Mini (D620)

Uno smartphone che ha fatto molto parlare di se, e che recentemente ha ricevuto l’aggiornamento via OTA per Android Lollipop 5.0.2. L’LG G2 Mini è il fratello minore del più blasonato G2, ma dal prezzo molto più contenuto. Nonostante sia una versione “mini”, vanta caratteristiche hardware di tutto rispetto, ed una diagonale di schermo di 4,7” con display IPS da 540×960 protetto da un Gorilla Glas 2. Al suo interno trova posto un processore Quad Core da 1,2 GHz Snapdragon 400, ed una GPU Adreno 305. Completa la dotazione una memoria interna da 8 GB espandibile fino a 32 GB, ed 1 GB di memoria RAM. La camera principale ha un sensore da 8 MP con autofocus e flash LED, in grado di catturare foto fino a 3.264 x 2.448 pixels e registrare video in full HD, con una qualità di tutto rispetto.G2_Mini_d620_

Anche la fotocamera anteriore fa il suo dovere e non delude, grazie ai suoi 1,3 MP e la possibilità di girare video a 720p. L’LG G2 Mini è dotato di tecnologia LTE, ed una batteria da 2440 mAh che garantisce la copertura dell’intera giornata ed anche oltre, a seconda degli utilizzi. Interessante la funzione Knock Code che LG ha integrato nel suo G2 Mini, una funzione che permette di sbloccare lo schermo con un semplice doppio tap sul display spento, e che include delle funzioni di sicurezza per prevenire utilizzi inappropriati. Altra particolarità di questo smartphone sono i tasti volume, che si trovano sul retro in corrispondenza della fotocamera, una scelta che ricerca un design minimalista e privo di tasti laterali.

Leave a Reply