Google Maps: un errore manda da un’altra parte i turisti delle Blue Mountains

Le Blue Mountains, le famose montagne dell’Australia conosciute in tutto il mondo, non sono state prese a lungo tempo in considerazione da Google Maps. Il popolare servizio di mappe di Mountain View non segnava le indicazioni corrette per i turisti che volevano raggiungere l’ingresso della catena montuosa.
google maps blue mountains

In particolare le persone che volevano effettuare delle escursioni nella celebre catena montuosa dell’Australia venivano reindirizzate da Google Maps in un vicolo cieco di Dargan, un paesino che si trova a 30 chilometri di distanza dal luogo di ingresso per le Blue Mountains, Katoomba.

Non si conoscono i motivi di questo errore, ma dal 2015 la piccola cittadina del Nuovo Galles del Sud è stata praticamente presa d’assalto dai turisti, che vi si recavano con aria smarrita. Con il passare del tempo l’afflusso dei viaggiatori si è intensificato, fino all’arrivo di moltissime persone alla fine del 2016, quando finalmente è stato chiarito il problema.

I cittadini di Dargan hanno cominciato a notare fin da subito gli strani movimenti di auto nella strada che attraversa il paesino, che tra l’altro termina in una salita senza uscita. Poi alcuni abitanti si sono anche infastiditi, perché il traffico è aumentato nel corso dei mesi, in una strada che solitamente non era molto frequentata.

I turisti, dopo ore di viaggio inconcludenti, inoltre, spesso chiedevano di utilizzare un bagno e, visto che non ci sono molti servizi pubblici nella zona, a volte erano costretti a chiedere ospitalità da parte dei cittadini di Dargan.

La città aveva segnalato l’errore a Google, ma riceveva solo risposte in modo automatico. Per questo gli abitanti sono stati costretti a mettere un apposito cartello all’ingresso del paese, che avvisava i turisti dell’errore. Successivamente, con grande sollievo da parte dei cittadini, l’errore è stato corretto da Google, quando a farlo notare è stata la compagnia australiana Fairfax.