Backup di Android su Google Drive cancellati in automatico nei telefoni inattivi

backup android google drive

La notizia sicuramente vi sorprenderà, se effettuate il backup di Android su Google Drive con regolarità attraverso le funzionalità automatiche del sistema operativo. L’opzione del backup è molto utile, perché consente di conservare i propri dati in una copia da utilizzare in caso di necessità oppure di favorire l’utilizzo di un altro dispositivo avendo a disposizione immediatamente tutte le informazioni utili.

Quello che si fa poco è in realtà controllare lo stato dei backup su Google Drive, un’operazione possibile ma che spesso si tende a sottovalutare. Tutto è partito da un utente di Reddit, che si è lamentato del fatto che Google abbia eliminato un backup dei dati senza notificare in alcun modo l’operazione.

L’utente, dopo aver controllato casualmente la cartella apposita di Google Drive, ha contattato il servizio di assistenza e gli è stato risposto che non c’è alcuna possibilità di ripristino. Ad un’analisi più attenta si è scoperta la presenza di un avviso di non responsabilità che dà ad ogni backup una data di scadenza, esclusivamente se non si utilizza lo smartphone per due o più settimane.

Non c’è in realtà un periodo di validità standard per ogni backup. L’avviso riporta semplicemente che, se il dispositivo non viene usato per due settimane, è possibile che ad un backup venga assegnata una data di scadenza. Qualcuno ipotizza che in totale possano trascorrere 10 settimane.

Naturalmente non è possibile modificare i termini della scadenza, se non si rende attivo l’uso dello smartphone. Google è stato contattato da TheNextWeb per dei chiarimenti sull’argomento e ha spiegato che presto verranno inserite delle informazioni più dettagliate sull’apposito post di assistenza.