Avast! Mobile Security per Android, migliore antivirus per Android del 2015

Con la diffusione dei sistemi operativi alternativi all’onnipresente Windows, si sono diffusi di pari passo anche i virus informatici. Alcuni sistemi mobile, come iOS di iPhone o lo stesso Windows Phone, sono più chiusi, ed è difficile che possano entrare minacce all’interno di questi dispositivi; Android invece è in una situazione diversa, e la sua maggiore apertura offre tante possibilità in più agli utenti, ma a volte lascia entrare anche qualcosa di indesiderato.

I virus però, per quanto siano un pericolo concreto su Android non sono frequentissimi, ma vale comunque la pena di avere un’app Antivirus installata sul nostro dispositivo. Poi, visto che i virus non sono tantissimi, queste app sono corredate di un’altra serie di utili funzioni inerenti alla sicurezza, funzioni che sono veramente comode su qualsiasi smartphone.

In questo articolo vi parliamo di Avast! Mobile Security, una delle migliori app di sicurezza per Android attualmente in circolazione, considerata la migliore del 2015 da Tom’s Hardware.

Avast! Mobile security, l’antivirus per Android

L’applicazione Avast si scarica da Google Play, ed è gratuita. In realtà proprio gratuita non è, perché per avere le funzioni Premium c’è bisogno di acquistare una licenza, ma le funzioni di protezione di base sono comunque disponibili in modo gratuito.

image

Avast! offre una protezione a trecentosessanta gradi, ma se abbiamo eseguito il rooting dei nostri dispositivi, quindi abbiamo permessi maggiori, sarà possibile addirittura accedere a funzioni aggiuntive e rendere il nostro dispositivo Android ancora più sicuro!

La funzione antivirus

Ma andiamo con ordine, iniziando a parlare della funzione principe di un antivirus, ovvero quella di poter trovare ed eliminare i malware. L’antivirus si comporta sostanzialmente bene, e se attivo sul dispositivo scansionerà le mail e i file in download dal browser (Chrome) e ci invierà una notifica qualora il file che stiamo scaricando sia dannoso. Un po’ come succede con i computer desktop.

Possiamo, se vogliamo, anche pianificare delle scansioni dutante la notte o comunque nei momenti di inattività, giusto per usare il telefono in tutta sicurezza.

Le funzioni di controllo del telefono

La sicurezza non si ferma però alla sola funzione antivirus.

Possiamo infatti gestire, con Avast, una serie di configurazioni che permetteranno di agire sul browser internet, ad esempio bloccando specifici siti web, oppure sulle telefonate e sugli SMS: potremo bloccare alcuni numeri in una lista nera, oppure consentire le loro chiamate solamente in certi momenti. Un’ottima idea per chi lavora, per non essere disturbato sul proprio telefono durante il fine settimana.

image

Inoltre avremo la possibilità di proteggere alcune applicazioni da sguardi inseriderati: se non vogliamo che nessuno legga le nostre conversazioni Whatsapp, ad esempio, possiamo bloccare l’app con un PIN. Possiamo farlo per due sole app nella versione gratuita, che diventano illimitate se sottoscriviamo l’abbonamento premium.

Le funzioni di antifurto

Un’altra parte fondamentale di questo antivirus è sicuramente quella delle funzioni antifurto. Nonostante gli antifurti per smartphone esistano, tra cui anche quello integrato in Android, qui le funzioni sono molto superiori rispetto agli altri.

Attivandole, infatti, avremo la possibilità di controllare il diapositivo in remoto, sia da una sezione particolare del sito Avast che si chiama MyAvast, sia via SMS da un qualsiasi cellulare. Sarà sufficiente, una volta che il dispositivo ci è stato rubato (anche se si spera non accada mai) inviare delle specifiche istruzioni via SMS.

Questi messaggi non arriveranno come normali, ma serviranno a bloccare il telefono, ad inviare rapidamente la posizione e, più bella di tutte, potremo addirittura chiedere di scattare una foto dalla fotocamera frontale del dispositivo che verrà rapidamente inviata al nostro spazio MyAvast. Potremo così vedere immediatamente la faccia del ladro.

Se poi abbiamo l’abbonamento Premium potremo anche impostare un’area fuori dalla quale il dispositivo sarà contrassegnato come “rubato”, e si attiveranno una serie di funzioni in automatico mediante l’inserimento di un PIN.

Se, ad esempio, andiamo in una grande città dove il rischio di furto è alto, e siamo per dire a Milano, e giriamo in centro, possiamo creare un “wall” Gps che controllerà costantemente la posizione: qualora il telefono uscisse da lì saremo avvertiti su un secondo numero (cellulare della fidanzata, ad esempio) e il telefono si bloccherà automaticamente. Comodo, no?

Con l’abbonamento premium potremo inviare anche SMS in remoto dal cellulare, tramite il sito, come se li avessimo mandati noi, e potremo vedere tutti i dati di tracking delle varie app del nostro dispositivo. L’abbonamento è veramente conveniente: sono 2 euro al mese o 15 euro all’anno, una cifra molto piccola per quella che è una vera e propria assicurazione contro la perdita del telefono.

Conclusioni

L’antivirus Avast, con le sue interessanti funzioni, vi ha convinto? A noi si, e pienamente, perché non ne possiamo parlare come di un “normale” antivirus, ma come un’app che fornisce molte funzioni in più, funzioni che ci fanno risparmiare anche sull’utilizzo di tante altre applicazioni simili.

Non solo, infatti, Avast! protegge il nostro dispositivo dai file dannosi, ma ci mette al sicuro da telefonate, siti, contatti e sguardi indesiderati o fastidiosi, fino ad arrivare ad un controllo tutale nel caso di un eventuale furto dello smartphone!

Un prodotto a tutto tondo, che consente di essere sicuri nell’utilizzo dello smartphone, che funziona molto bene anche sui dispositivi più datati e che può essere addirittura scaricato gratuitamente, se non abbiamo voglia di pagare il (comunque basso) costo che ci viene richiesto. Che cosa chiedere di più?

Leave a Reply