Android zero-touch: il nuovo sistema di Google per le aziende

android zero touch

Con Android zero-touch Google ha creato un nuovo sistema per le aziende con l’obiettivo di aiutarle a gestire in modo molto più semplice i dispositivi che vengono distribuiti ai dipendenti. Con Android zero-touch enrollment si potrà passare ad una configurazione degli smartphone e dei tablet molto più veloce. Basta utilizzare una funzione integrata su Android Oreo e tutti i dispositivi aziendali possono essere configurati già nel momento in cui vengono acquistati.

È il dispositivo stesso che, una volta avviato per la prima volta, si configura secondo i settaggi previsti. L’azienda di Mountain View sta cercando di integrare Android zero-touch sui dispositivi già in commercio o in quelli che conquisteranno il mercato nel prossimo futuro.

Ma quali sono questi dispositivi, per i quali si può disporre di questo valido strumento? Innanzitutto dobbiamo ricordare che Android zero-touch si trova nei Pixel, ma ben presto sarà integrato anche su altri device. Fra questi Huawei Mate 10, Sony Xperia XZ1 e XZ1 Compact.

L’operazione sarà possibile soltanto con dispositivi tecnologici che verranno acquistati da alcuni operatori in particolare. Ecco di quali si tratta: Deutsche Telekom, BT, AT&T, Verizon, T-Mobile, Telstra e Softbank.

Google intende quindi sfruttare competenze differenti e un sistema integrato di più elementi, per arrivare a conquistare il traguardo della semplicità, spesso ricercata dalle aziende che si basano sul lavoro di molti dipendenti. Ma il traguardo da raggiungere è anche un altro, perché il colosso di Mountain View vuole puntare sulla sicurezza. Da questo ultimo punto di vista Android zero-touch dà tutte le garanzie possibili.